Riflessioni

Non è sempre possibile organizzare tutto

Seduto in sala d’attesa questa mattina, mi è sorta una riflessione.

Secondo i programmi della mia agenda oggi avrei dovuto fare tutt’altro.
Purtroppo ho dovuto fare un check non previsto, sia per me che per chi ha dovuto fare il controllo.

Per quanto possiamo essere precisi e organizzati, non è sempre fattibile prevedere tutto.

Ho dovuto spostare i miei impegni.

Dall’altra parte, sanno che quotidianamente possono ricevere richieste improvvise,
e sono organizzati per gestire gli “imprevisti previsti”.

Tra un appuntamento e l’altro, si lasciano lo spazio per urgenze e imprevisti, e cosa accade con questo spazio?

Possono accadere 3 cose:
– se c’è un’urgenza da inserire tra un appuntamento e l’altro, hanno il tempo per farlo
– se un lavoro dura di più del previsto, hanno il tempo per eseguirlo senza creare spiacevoli ritardi agli appuntamenti successivi
– se non ci sono urgenze o imprevisti, c’è il tempo per una pausa e far rialzare energia e concentrazione

Nella sua semplicità, questo metodo trovo sia molte volte tralasciato, lasciando spazio a disorganizzazione e ritardi.

Dal check di questa mattina mi porto a casa 2 cose importanti: punterò ad applicare questa strategia ancora di più nella mia vita e l’esito positivo del check!!